Gli animali non sono nostri per farne degli accessori.

La richiesta di una moda che sia etica non è mai stata così alta, il trend è in favore di un design innovativo e senza materie prime di origine animale. Finalmente, i consumatori si chiedono dove e come siano stati fatti i loro vestiti, e a spese di chi.

Il futuro della moda è cruelty-free ed oggi sempre più brand sono impegnati nell’avere il minore impatto ambientale possibile, promuovere condizioni di lavoro dignitose e rispettare i diritti animali. L’abolizione di pelli e pellicce, sempre più condivisa e diffusa, è una prova significativa del cambiamento in atto.

Compassione è il nuovo termine da prendere in considerazione nel mondo del fashion.

Ogni anno, i PETA Fashion Awards celebrano le case di moda e i brand progressisti, che compiono importanti decisioni per il benessere degli animali. Negli anni precedenti, questo prestigioso premio è stato conferito ad importanti brand, quali Giorgio Armani, Stella McCartney e Vivienne Westwood. Pionieri davvero d’ispirazione per il nostro lavoro!

esempi di nomi fallimentari di brand o prodotti

Proprio in questo contesto, Miomojo ha ricevuto questo importante premio e noi non potremmo esserne più entusiasti ed onorati!

Quasi dieci anni fa, quando Miomojo è stata fondata, non potevamo immaginare che un piccolo – ma incredibilmente appassionato – brand, avrebbe avuto questi risultati sorprendenti, non solo per noi come azienda, ma anche per quello che Miomojo rappresenta: rispetto per gli animali, il pianeta e le persone.

PETA fa un lavoro enorme e molto coraggioso per gli animali in tutto il mondo e noi siamo orgogliosi di sostenerli.

esempi di nomi fallimentari di brand o prodotti

Grazie infinite alla nostra affezionata community, senza la quale questi traguardi non sarebbero possibili!

Share: